FKFF

3 commenti

Ieri gli amici di FrizziFrizzi hanno messo online il mio report dal Florence Korea Film Fest!
Fateci un giro cliccando sull’immagine ūüôā

00

Big Man Japan + Trasferta lampo

2 commenti

Ieri il buon C&B ha messo online il mio ultimo Tofu&Broccoli, che tratta di un film matto e sgangherato.
Click sul logo per leggere.

tofubroccoli

Inoltre, news dell’ultim’ora, frignare sul blog SERVE, visto che la mattina dopo mi hanno telefonato per invitarmi a spese dell’organizzazione al Korea Film Fest.
Hanno letto i miei Tofu e si sono convinti che sia una grande esperta (AHAH) o forse hanno solo avuto piet√† di me, sta di fatto che oggi vado gratis a Firenze, stasera vedo un’anteprima, dormo gratis in un hotel 5 stelle (!!!!), domani vedo altri due film e torno.
Grazie a tutti quelli che hanno reso possibile questa cosa.
Frigner√≤ pi√Ļ spesso sul blog.

The lose/lose moment

5 commenti

Voi non pensate mai che un tempo eravate molto meglio di adesso? Che facevate cose pi√Ļ belle, eravate pi√Ļ attivi, meno paranoici, pi√Ļ fighi in generale?
√ą un discorso da passatista del cazzo, sempre che passatista voglia dire quello che penso voglia dire, e io me lo ripeto spesso. Perch√© di fatto SONO una passatista del cazzo, ed √® una cosa di me che odio.
Anni fa andavo in Giappone di continuo, ero una figa. Ho preso e sono partita per un anno, ero una figa, oggi me la farei sotto. Anni fa mi svegliavo allegra la mattina. Anni fa anni fa anni fa.
Stasera mi sento una nullit√† e mi viene da pensare a quanto invece I used to be l’opposto di una nullit√†. Perlomeno ai miei occhi di oggi. Io non sono mai una figa nel presente, nel presente sono SEMPRE una nullit√†, salvo poi ricorrere al revisionismo storico e dichiararmi una figa nel passato.
Avere una casa e un lavoro dovrebbe farti felice, invece ti rincoglionisce e basta. Ti succhia la voglia di fare qualsiasi altra cosa, come dico sempre del lavoro d’ufficio, che √® la morte dei buoni propositi.
Perch√© restiamo fermi in un posto quando l√† fuori c’√® l’intero cazzo di universo? Perch√© lavoriamo 49 settimane l’anno? Dovrebbe essere illegale. Lavorare non rende felici, rende schiavi. Lo zio Adolf aveva torto con quella scritta l√¨ ad Auschwitz. Perlomeno il lavoro com’√® inteso nel 90% dei casi, ovvero in un luogo in cui devi necessariamente farti vedere ogni giorno per tot ore. Se non √® inumano questo. Essere costretti per tutta la vita ad andare nello stesso posto tutti i giorni, quando l√† fuori c’√® L’UNIVERSO. Sarebbe come mangiare ogni giorno la stessa cosa, buona o cattiva che sia, tutti i giorni la stessa forever. Come si fa a non capire quanto sia profondamente sbagliato e disumano?
Forse parlo così perché mi manca la mia amica Anna, che è sempre in viaggio in qualche parte sconosciuta del mondo e con cui spesso ho fatto discorsi di questo tipo, su una spiaggia in Ecuador o in un alberghetto cambogiano o al karaoke in Giappone o in tenda sulle Alpi. Lei è molto meglio di me. Lei pensa le cose e le fa, io al massimo le scrivo sul blog.
Arriva un momento dell’anno in cui sbrocco e capisco che non valgo un cazzo, e per valere qualcosa dovrei almeno essere una che conosce molti altri posti. Invece mi ritrovo qui con il lavoro che va a rotoli, a breve un mutuo da pagare e nessuna aspirazione a mettere su famiglia. Voi direte ah la nostra generazione di over 30, siamo tutti sulla stessa barca! Beh la mia risposta √® STICAZZI. Stateci voi su questa barca di merda. L’impulso √® di mandare affanculo tutto, ma poi √® difficile farlo senza un piano B.
La mia mancanza di piani B mi spaventa e mi opprime. Se fallisce quello A (e di fatto sta mezzo fallendo) dove vado a sbattere la testa? Che mi invento? Ah, la generazione capace di reinventarsi ogni volta! Ma quando mai?! Di certo non io.
Perch√© non sono coinvolta in progetti entusiasmanti? Perch√© nessuno mi chiama al telefono e mi dice (seriamente) “ti voglio con me per questa cosa e ti pago”? Perch√© capita solo agli altri?
Non crediate che sia così idiota da non sapere la risposta, che è di una semplicità disarmante. Perché gli altri si sbattono come pazzi e io no. Perché evidentemente non ho fatto nulla, NULLA, nella mia vita per meritarmi telefonate di questo tipo.
Non solo, quando penso di stare facendo bene una cosa (cio√® tradurre, l’unica che so fare) invece di farmi i complimenti e darmi un aumento mi abbassano la tariffa e mi dicono se non ti sta bene quella √® la porta. Cazzo che lavoro ricco di soddisfazioni che mi sono scelta. Se fossi furba avrei gi√† svariati piani B. Invece non ne ho.
E sinceramente, veramente dal profondo del cuore, non so se sperare che a luglio mi rinnovino il contratto in ufficio o mi licenzino. Sperare di essere licenziata è chiaramente folle, data anche la prospettiva del mutuo imminente. Me ne rendo conto. Ma penso cazzo sarei LIBERA. Tornerei free lance pura. Se mi licenziano parto e sto via un mese, GIURO CAZZO GIURO. La gatta la lascio a qualcuno, qualcuno troverò. Poi torno e sbatto la testa al muro tutto il tempo che mi resta da vivere. Come facevo quando ero free lance pura.
Se invece mi fanno il tempo indeterminato chiaramente offro una cena a chiunque, mi ubriaco e penso ok, di fame non morir√≤, ho una pezza d’appoggio, ho gli straordinari pagati. Ma poi bye bye universo. Forever. E mi ubriaco per non pensarci per tutto il tempo che mi resta da vivere. Che, attenzione, ogni giorno che passa √® di meno.

Stasera va cos√¨, il bicchiere √® sempre mezzo vuoto. √ą un lose/lose, quando invece in altri momenti √® un win/win, perch√© io in teoria sarei una ottimista.
Ma ne riparliamo tra qualche mese, quando saprò di che morte morire, nel vero senso della parola.

Vado a letto a sentirmi una fallita ma prima ci tengo a ringraziare pubblicamente JACK, che dopo anni e anni di commenti criptati si √® rivelato via mail e tra le altre cose mi ha detto “ti odio da quando non scrivi pi√Ļ, hai un dono per piegare alle tue esigenze le frasi fatte”. Che a mia memoria √® l’unico complimento reale e circostanziato ricevuto da qualcuno per come scrivo, cio√® un po’ oltre il solito, apprezzato ma anche basta, “scrivi bene”.
Scrivere qualcosa, oltre che bene, sarebbe in ogni caso un discreto passo avanti. Ma tanto il piano B non sarà mai diventare scrittrice, quello è certo.

Ti voglio bene Jack.

Anch’io posto questa, per forza

Lascia un commento

Immagine

Oscar 2013 aka totoOscar a noi due!

3 commenti

Cari ragazzi, ovviamente la notte degli Oscar cade nella settimana pi√Ļ incasinata della mia vita, ma come posso io esimermi dal dare i miei pronostici, appuntamento fisso da ormai NOVE ANNI? (incredibile ma vero, ho fatto il conto. Qui il 2012 e qui il 2011, solo per citare gli ultimi).
Quest’anno √® tutto un po’ a casaccio, questo blog √® alla deriva ma io spero sempre di farlo tornare ai fasti di un tempo, anche se twitter e le dannate nuove tecnologie mi hanno fagocitato e a scrivere qui mi sembra di impugnare una piuma d’oca. Shame on me su tutti i fronti proprio.
Gli Oscar non fanno eccezione in quanto a “casaccio”, essendo io ancora vergognosamente in arretrato di almeno 3-4 film essenziali.
Ora, spieghiamo il punto focale di quest’anno. Io in genere faccio i pronostici pensando ai film che l’Academy far√† vincere e non a quelli che io vorrei che vincessero. Chiaro, no?
Bene, oggi sto talmente alla frutta e non ci sto capendo talmente nulla che ribalto le regole e voto quello che spero proprio vinca con tutto il mio cuore, anche se probabilmente cos√¨ facendo non imbroccher√≤ una mazza. ODIO l’Academy per aver dato cos√¨ tante candidature a quella merda di Silver Linings Playbook (“Il lato positivo” a marzo in sala da noi), ODIO l’Academy per aver pressoch√© ignorato Tarantino e totalmente ignorato Wes Anderson, ODIO l’Academy per mille ottimi motivi che mi hanno reso la cinica spettatrice anti-hollywoodiana (o sedicente tale) che sono oggi.
Quindi, cara Academy, anche se non vinceranno, questi sono i miei cavalli (click per ingrandire).

Printable Ballot 2013

Non ho dato nessun oscar importante a Zero Dark Thirty, e francamente non è pensabile. Probabilmente vincerà come miglior film.
Miglior regia capace che lo becca Haneke e miglior attore quasi certo DDLewis per Lincoln (io tifo Gioacchino senza se e senza ma). Se lo vince Wolverine mi faccio suora.
Miglior attrice è dura, può darsi che la bambina sbanchi tutto (a me il film è piaciuto pure). Ma la vecchia, sulla fiducia, secondo me è meglio (e non ho visto il film). La Watts o la Lawrence = suora.
Coprotagonista maschio se la giocano abbastanza tutti, ma io dico NO A DE NIRO (rendemose conto cosa mi porta a dire Hollywood).
Coprotagonista femmina se lo vince la Hathaway smetto di vedere film per sempre. Ed è la favorita.
Film d’animazione vincer√† Brave. Ma io tifo per i pupazzetti pirati.
Sceneggiature: su Argo sono abbastanza sicura, mentre Moonrise Kingdom non lo vincerà MAI. Speriamo almeno in Django. E invece lo beccherà Zero Dark Thirty. O forse Amour.
Amour sicuro film straniero, ma ne vincerà anche altri.

Boh, quindi questo è quanto. Vi ho chiarito le idee mi pare.
Quest’anno va cos√¨. Non entro nella competizione serrata e metto gi√† le mani avanti.
Lunedì commenti a caldo e update, daje!

Domenica

1 commento

UPDATE ore 19 (il post era delle 16.30)

Sveglia e colazione
Lavare e sgrassare tutta la cucina
Pranzare
Finire 12 pagine arretrate di traduzione AHAHAH! Certo, come no.
Controllare una revisione e rimbalzarla al revisore
Rispondere a svariate mail inevase, in tre lingue diverse Ho evaso solo quelle in italiano
Fare una o pi√Ļ lavatrici E ho anche steso!
Sgombrare il comodino accanto al letto, che sta per schiantarsi sotto il peso cartaceo Non ancora
Sgombrare la “sedia della vergogna”, quella dove i vestiti vengono ammucchiati selvaggiamente (stessa sorte del comodino) Non ancora
Leggere almeno qualcosa di tutti gli arretrati che ho accumulato tra libri/fumetti/riviste/articoli Per carit√†, anche se √® l’unica cosa che vorrei fare
Cenare Di là da venire
Andare a vedere Lincoln In seconda serata

Tutto questo comporta: rinunciare a un invito per il tè, non approfittare della pazzesca giornata di sole a Roma, non dormire a scatafascio, non andare a fare shopping.

Da quando la domenica si preferiscono le rotture di palle alle cose belle?

(notare infine che “scrivere un post” non era in elenco. E invece.)

Castaway on the moon

1 commento

A mia insaputa, e senza neanche avvertire, il buon (?) C&B ha messo dalle sue parti la mia rece di quel gran bel film coreano che è Castaway on the moon.
Dato che secondo me tutti lo dovrebbero vedere, cliccate forte sull’immagine e leggete le mie sagge (?) parole.

tofubroccoli

Older Entries Newer Entries