È l’una di notte e DA UN’ORA sto solo controllando siti e blog invece che ad esempio lavarmi e andare a letto, visto che domani LAVORO.
Ho di nuovo la mia tastiera, scrivo nettamente più veloce e nettamente veloce finirò il post.
Uff. Roma è una palla di umidità. Domani lavoro. Uff.

Parigi ultimo giorno è stato Arco di Trionfo e Champs Elisées e Alabama che incredibilmente si ferma UN’ORA dentro al palazzo di Louis Vuitton a contemplare la BELLEZZA di oggetti di cui finora si era sempre bellamente strafregata. La cosa più economica: 118 euro. Non l’ho comprata. Ho fotografato una borsa che volevo, costa solo 975 euro. Già. Io ero vestita con la maglietta finto-vintage dei Beatles, pantaloni verde militare di seconda mano e la sciarpetta del mercatino. Capelli sui generis, tipo terremotata. Ho seriamente temuto che mi accompagnassero alla porta di servizio.
Gli Champs Elisées (scriverlo così bene mi fa perdere troppo tempo) sono belli, per me che amo gli spazi grandi e aperti sono una figata. Puntavo molto su Place de la Concorde alla fine e invece è un incrocio zeppo di macchine. Bah.
Da notare comunque che colazione sul vialone costa meno che in altri posti, non so perché (forse era una catena, oppure mi hanno fatto lo sconto perché mi sono ingozzata di roba).
Non so come uscirò dalla dipendenza del farinaceo. Parigi è fatta a forma di farinaceo, tra dolci, pane, cornetti, quiche, panini, ecc. e io che sono succube del farinaceo ho apprezzato parecchio. Nel senso che ora ho il terrore di pesarmi. Aiuto.
Oggi comunque primo vero giorno d’estate a Parì, ovviamente l’ultimo della mia permanenza. Grazie.
Ho pranzato con un picnic lungo il canale (panini e quiche, strano!), dove siamo rimasti a poltrire per ore al sole, fino a che non dovevo andare a prendere la roba e volare via.
Uff.
Il volo RyanAir è uno scandalo, comunque nel trolley c’è entrato tutto, tiè!
Poi ne parlerò meglio. Farò gli highlights. Non lo so. Il filmaggio lo volete? Con le musichette? Ci metto un secolo. Però alcune foto sono belle.

Vado a letto. NO! A docciarmi. Dio è l’una e venti… Domani lavorare CHI?!

Annunci