E’ da pazzi, sto postando dal computer dell’ostello, che va lentissimo e ha una tastiera senza senso, non fate caso agli errori.
Provo a fare il report giorno per giorno, vediamo se arrivo almeno al Giorno 2.
Mi sbrigo che sto CREPANDO (ma veramente) dal sonno.

Volo RyanAir MAI PIU’ ho dovuto togliere una maglietta, dei pantaloni e delle mutande (!!) per non arrivare a 10 kili, perche’ senno’ se compro qualcosa dove la metto?? Ora ho un margine di un kilo, mi mettero’ TUTTI i vestiti addosso.
Ho rivisto la mia amica e LACRIME. A saltare come due idiote in mezzo alla stazione.
Sembra novembre. Nuvole pioggia e freddo. Iddio stramaledica i francesi. Ovviamente ho portato cose troppo leggere, Iddio stramaledica Alabama.
Parigi sembra Roma mischiata a Tokyo. Quindi l’apocalisse della bellezza, sono gia’ addicted. Quello che cambia rispetto a Roma, come diceva Vincent Vega, sono le piccole cose, le piccole differenze. Le targhe delle strade (le nostre tipo impero fascista, le loro arte pura), i cartelli della metro (i nostri tipo M di McDonalds, qui scritte liberty), ecc. Poi mettero’ le foto.
La metro e’ come quella di Tokyo. Uno spettacolo. Mi sento perfettamente a casa, posso riuscire a non perdermi perfino io.
Il mio ostello si chiama OOPS! e sta attaccato a Place d’Italie. Cioe’, capito?? Non ci posso credere. Sulla via ci sono due multisala, il cinema costa un botto (tipo 9,50 euro!!!) e SUPER 8 di Spielberg esce due giorni dopo che me ne vado. Ho rosicato.
Oggi ho gia’ fatto Montmartre, Sacro Cuore e Belleville. Sosta al baretto di Amelie, per forza. NON ho preso la creme brulee, me ne sto pentendo.
In compenso oggi ho assunto SOLO zuccheri. Mi sento la glicemia a 9000. Ho il cervello in autocombustione, forse e’ per questo che riesco a postare nonostante abbia dormito 3 ore nelle ultime 24.
Fotografo solo roba disegnata sui muri, altrimenti detta con termine moderno street art. Certe cose fanno ridere. Certe cose belle. Qui mi sembra che l’arte trasudi ovunque, ma forse e’ solo un pregiudizio. Magari pure Roma e’ cosi’ e io non me ne accorgo. Poi ne parlero’ meglio.
Prima di partire ho comprato una cartina fichissima tipo oggetto di design, poi metto le foto. Ovviamente appena arrivata mi hanno sommerso di cartine ottime e gratuite. Cazzo, sembra che non ho mai viaggiato in vita mia.
Stasera pic nic sul lungo Senna con vino e chiacchiere. Non stavo cosi’ bene da tanto, ma tanto. Con la mia amica eravamo insieme a Sendai, e’ come una rimpatriata. Dopo un giorno mi sembra di stare qui da un mese. O un anno. E’ da pazzi. Parigi ce l’ho in pugno.
Ricordatemelo quando mi ritroveranno a piangere persa nella piu’ lurida delle banlieue.

Mo vado. Staro’ qui spero solo 2 notti, poi vado a casa della mia amica.
Sono in shared room con SOLO UOMINI, e la cosa che mi preoccupa di piu’ e’ che se qualcuno RUSSA sono fottuta. Faccio una strage.
Uno e’ australiano e capisco il 50% di quello che dice. Uno e’ GRECO (!!). Un altro boh.
La verita’ e’ che… sono troppo vecchia per gli ostelli, cheppalle.

Buonanotte, chissa’ se durano gli aggiornamenti!

Annunci