Rieccomi, non sono andata a rifarmi il naso, non vi allarmate (vi immagino allarmatissimi dalla mia sparizione).
Scrivere il post riguardo ai FILM che ho visto al FEFF mi sta prosciugando l’anima, oltre che i minuti di sonno e la pazienza, e presto (spero) lo potrete leggere sul blog broccolo con lo specialone FEFF&Broccoli, ricco di foto (un paio), allegri gadget (?) e cotillonz. Sempre che vi vada di leggere 14 e dico quattordici recensioni di film orientali tutte insieme. Qualcuno ci è morto. Ah no, forse sarà in due parti. Boh, non decido io. Comunque alla fine le rece non saranno neanche lunghissime, quindi tutte queste storie per niente, in realtà sono una lavativa molto impegnata.
Ah sì, notizie del naso. È vivo e lotta insieme a noi. Tolto il cerotto non ho rotto nessuno specchio, quindi si direbbe uguale a prima, solo un po’ gonfio e ancora dolorante. Tutti mi dicono “ma neanche si vedeeeeee sei uguale a primaaaaaa!!!” ma io passo il tempo a misurare col goniometro l’angolo formato dalla gobbetta, che secondo me è aumentato di una qualche percentuale che devo ancora stimare come si deve. Nobody nose.

Per i film quindi c’è ancora un po’ da aspettare (immagino l’impazienza), però potete tranquillamente beccarvi le foto di rito e, novità di quest’anno… il FILMINO!!! Una cosa noiosissima girata da un’evidente malata di Parkinson. Allegria!

Il solito Teatro, quest’anno agghindato a mo’ di spiaggia + corna sparse qua e là. Temo di essere segretamente innamorata dello scenografo/visual/allestitore o come cazz si chiama quello che fa queste cose, che ogni anno sforna progetti da visibilio.

Fuori c’era anche questa parete bellissima con la sagoma tratteggiata dove farsi la foto. La trovo fantastica. Ovviamente è dedicata a tutti voi 😀

L’interno con gli stand dei dvd (a destra) dove in pratica ho messo le radici, e quello dei gadget, tra cui la maglietta FANTASTICA con le corna che ho comprato! Questa:

Come già detto le CORNA sono state il leit motiv del tutto, con i risultati che sappiamo.

TUTTE le pareti interne erano tappezzate così, scaramanzia a manetta. Non oso immaginare l’edizione 17.

Dettaglio con gatto 🙂

La prima sera c’erano questi tizi fuori a farsi fare le foto, non so perché. Tra l’altro manca Lupin.

Dentro la città. La scritta più bella che abbia mai visto 😀

Trofeo di guerra (fuori fuoco). Il retro del mio badge insanguinato, che conserverò tale a perenne memoria del naso che fu. Manco negli horror di serie z.

E INFINE… il filmino noioso promesso!! Eccolo qui, tanto per farvi respirare un po’ di allegra aria festivaliera.

Annunci