Ho cominciato questo post tre volte negli ultimi tre giorni e niente, crollata dal sonno, dalla fame, dal fare altro, ho sempre cancellato le due righe iniziali e chiuso tutto.
Non che abbia cose così interessanti da raccontare.
Volevo solo dire che settembre è finito, deo gratia, e li mortacci sua è stato uno dei mesi peggiori degli ultimi dieci anni. In TUTTI i campi.
Lavoro: oltre ad iniziarne uno nuovo, sgobberai come una pazza per finire tutti quelli che ti trascini dietro da mesi e nemmeno li finirai tutti
Soldi: spenderai l’equivalente del PIL del Lichtenstein
Salute: proverai l’ebbrezza del picco di ipocondria più spaventoso di sempre, per giunta scatenato da problemi di salute altrui (reali)
Amore: rileggi i primi tre e lucidamente chiediti come sia possibile anche solo pensarci

È iniziato ottobre e ancora mi devo riprendere, stamattina mi sono svegliata ed ero più stanca di ieri sera, torno a casa e ideona! Faccio la pennichella dopo pranzo! Mi appoggio un attimo sul divano, giusto un attimo… Mi ha svegliato il telefono alle CINQUE. Lasciamo stare.
Quindi niente, volevo dire che vi voglio sempre tanto bene, ma la mia presenza di spirito al momento è pari a quella di un’upupa impagliata, ho perso il controllo del mio stesso tempo e mentre vorrei solo scrivere post e leggere fumetti non faccio altro che lavorare, se mi avessero detto che sarei diventata una cazzo di workaholic maledetta avrei riso tutte le mie risate fino a svenire e invece eccomi qua.
È l’una e zerodue, vado a dormire le mie sei ore e mezza pregando Iddio che non sembrino due al risveglio.

Nel frattempo, fatevi anche voi da soli il vostro oroscopo retroattivo di settembre! Magari vi è andata meglio che a me (non mi pare difficile).

Annunci